RISK MANAGEMENT IN SANITA’

 

Il Risk Management è uno strumento mediato dall’industria, letteralmente “Gestione del Rischio”. Identifica, valuta e gestisce gli eventi e le azioni che possono colpire la capacità delle organizzazioni di raggiungere i propri obiettivi.

 

Considerando che un’organizzazione sanitaria ha come obiettivo principe la tutela della salute della popolazione, il Risk Management ha per suo campo specifico l’attività intrinsecamente rischiosa delle Strutture Sanitarie, e ricerca ed individua gli strumenti per valutare e governare i rischi insiti in questa attività

 

  • Tendendo al miglioramento complessivo del sistema di gestione
  • Sviluppando strumenti efficienti per il governo delle aziende
  • Identificando le conseguenze morali ed economiche derivanti dall’esposizione al rischio dei pazienti

 

Il sistema di gestione del rischio in sanità deve pertanto essere un sistema integrato.

 

L’attività di consulenza di Gutenberg nell’ambito del Risk Management si caratterizza per il background acquisito negli anni di collaborazione con il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità, Agenas, le Regioni e le Aziende Sanitarie. Per poter gestire il rischio sono necessarie conoscenze adeguate a prevenire gli errori, valutare i rischi, analizzare le situazioni, pianificare le attività formative e di aggiornamento continuo del personale sanitario.

 

Gutenberg nella realizzazione dei progetti di consulenza promuove una metodologia di sistema che consenta, attraverso step successivi, di identificare, valutare, comunicare, ridurre e monitorare i rischi associati a qualsiasi attività sanitaria, favorendo una “cultura del rischio” fondata sulla convinzione che gli errori rappresentano, se adeguatamente analizzati, preziose opportunità di apprendimento e di miglioramento.

CLINICAL RISK MANAGEMENT

 

"Mi definiscono un tipo eccentrico perché in pubblico dico che gli ospedali, se vogliono milgiorare, devono dichiarare quali sono i loro risultati e devono analizzarli; per trovare i loro punti forti e i loro punti deboli devono confrontare i loro risultati con quelli degli altri ospedali; devono dedicarsi all'assistenza di quei casi per i quali sono riconosciuti e produrre un buon risultato, evitando di assistere quei pazienti che presentano patologie per le quali non sono qualificati; devono assegnare i casi(per la chirurgia) agli operatori per ragioni migliori che l'anzianità, il calendario o le convenienze di tempo; devono pubblicizzare non solo i loro successi, ma anche gli errori, così che il pubblico possa aiutarli; quando è necessario devono gratificare il personale sulla base del loro operato e per ciò che fa per i pazienti. Tali opinioni non saranno così da qui a pochi anni." (Eugene Codman, 1914)

 

Una delle principali ragioni per le quali il tema della gestione del rischio clinico è venuto alla ribalta negli ultimi anni, è rappresentata dal sempre crescente interesse per la tutela della sicurezza del paziente e dal notevole aumento del contenzioso per il risarcimento dei danni causati da malpractice medica con conseguente aumento dei premi assicurativi e legali per i professionisti e per le Strutture Sanitarie.

Approccio sistemico

 

La gestione del rischio clinico deve tener conto del comportamento umano, che può essere modificato attraverso il miglioramento delle conoscenze e della formazione, nonché di quelle condizioni del sistema (inteso come insieme degli elementi umani, tecnologici e relazionali) che possono favorire il verificarsi dell’errore, individuandone le cause profonde e rimuovendole.

 

L’approccio alla gestione del rischio clinico richiede un fondamentale cambio di paradigma, in quanto l’errore deve essere considerato come fonte di apprendimento per evitare il ripetersi delle circostanze che hanno portato all’errore. In tal senso è necessario promuovere la cultura dell’imparare dall’errore evitando invece di nasconderlo.

Metodi e strumenti per la gestione del rischio clinico

 

La gestione del rischio clinico, quale dimensione fondamentale della qualità dell’assistenza sanitaria, è un processo sistematico che comprende sia la dimensione clinica sia quella gestionale e che impiega un insieme di metodi, strumenti e azioni in grado di identificare, analizzare, valutare e trattare i rischi al fine di migliorare la sicurezza dei pazienti.

 

La gestione del rischio clinico è infatti un processo che si sviluppa in più fasi:

 

  • conoscenza e analisi dell’errore
  • individuazione e correzione delle cause di errore
  • analisi di processo
  • monitoraggio delle misure messe in atto per la prevenzione dell’errore
  • implementazione e sostegno attivo delle soluzioni proposte

 

Gutenberg S.r.l.

Provider Standard ECM n° 409

Tel. +39 0575 408673

Fax +39 0575 20394

email formazione@gutenbergonline.it

 

Sede Legale

Arezzo Corso Italia 44 - 52100 AR

Sede Operativa - Sede Amministrativa

Arezzo Piazza San Jacopo 294 - 52100 AR